E se... Il mercato dei chip di Taiwan crolla?

La spina dorsale tecnologica dell'economia globale è indubbiamente costituita dai semiconduttori, che sono diventati essenzialmente il petrolio del XXI secolo, alimentando qualsiasi cosa, dagli smartphone ai sofisticati sistemi d'arma. Tradizionalmente, Taiwan svolge un ruolo prodigioso, producendo oltre il 60% dei semiconduttori mondiali e uno sbalorditivo 90% dei chip più avanzati, fondamentali per alimentare le tecnologie di nuova generazione. Questa quota sproporzionata ha conferito a Taiwan uno "scudo di silicio" non ufficiale, che sfrutta la sua abilità nel campo dei chip come leva geopolitica, con gli Stati Uniti e la Cina molto sensibili alla sua influenza.

Tuttavia, cosa succederebbe se lo scudo di silicio di Taiwan venisse distrutto, causando un indebolimento dell'ecosistema tecnologico globale e catalizzando le turbolenze economiche?

Inizio della cortina di silicio

Un crollo del mercato cruciale dei chip di Taiwan potrebbe verificarsi se, ad esempio, l'esercito cinese decidesse di inasprire le tensioni attraverso un severo embargo commerciale nei confronti di Taiwan, interrompendo gravemente l'approvvigionamento di silicio e di altre materie prime necessarie per la produzione di semiconduttori.

Allo stesso tempo, se gli Stati Uniti dovessero imporre severi tetti alle vendite, la scarsità che ne deriverebbe strozzerebbe direttamente le industrie che si affidano alla microelettronica, dagli ultimi smartphone americani alle apparecchiature mediche di imaging europee, fino agli apparati di difesa globale che richiedono questi componenti all'avanguardia. Ciò non solo creerebbe un'immediata carenza di tecnologia, ma scatenerebbe anche significative turbolenze economiche, dato il volume e la sofisticatezza senza pari dei semiconduttori che Taiwan produce per il mondo.

La caccia al silicio globale

Sulla scia di un potenziale crollo del mercato dei chip di Taiwan, gli Stati Uniti si troverebbero di fronte alla necessità critica di rinvigorire le proprie capacità di produzione di semiconduttori. Sono in corso sforzi per rilanciare la produzione di chip negli Stati Uniti; tuttavia, non ci si può aspettare che la rinascita di queste industrie compensi immediatamente le carenze causate dai problemi di Taiwan.

In seguito alla contrazione della produzione di chip di Taiwan, la domanda di silicio grezzo necessario per la produzione di semiconduttori aumenterebbe in tutto il mondo. Il Brasile, che possiede le terze riserve di silicio al mondo, è un candidato privilegiato per collaborare strategicamente con gli Stati Uniti, che sorprendentemente sono solo al quinto posto per le riserve di silicio, nonostante la loro prodezza tecnologica.

Lo spostamento delle dinamiche globali dei semiconduttori

Nonostante il ritardo nella produzione di silicio grezzo, gli Stati Uniti detengono ancora una posizione dominante grazie al loro ampio portafoglio di brevetti e tecnologie avanzate per i semiconduttori. Questa ricchezza di capitale intellettuale posiziona gli Stati Uniti in modo favorevole per guidare una risposta trasformativa alle possibili perturbazioni del mercato dei chip provenienti da Taiwan.

D'altra parte, l'ambizione della Cina di essere autosufficiente nel settore dei semiconduttori persiste, nonostante le sue attuali carenze tecnologiche rispetto a Taiwan. La determinazione della Cina, unita al rafforzamento della partnership con il robusto settore tecnologico russo, lascia presagire la formazione di un nuovo, formidabile blocco nell'industria tecnologica, che potrebbe portare a una netta divisione della "cortina di silicio" che ricorda l'epoca della Guerra Fredda.

L'ancora di salvezza del silicio

Mentre le nazioni si affannano per assicurarsi il futuro tecnologico, una cosa è chiara: il mondo non può permettersi di trascurare il ruolo critico che Taiwan svolge nel mantenere il polso della nostra moderna vita digitale. Le strategie che gli attori globali adottano oggi plasmeranno il panorama tecnologico di domani e, con esso, il destino dell'economia mondiale. Se il mercato dei chip di Taiwan dovesse crollare, le scosse di assestamento si sentirebbero in ogni angolo del mondo che dipende dalla tecnologia. Si tratta di un forte richiamo alle intricate interdipendenze che legano l'ordine economico e geopolitico globale.

Garen Meserlian
Direttore marketing

What if bitcoin EN
E se il Bitcoin raggiungesse i 200.000 dollari?

Una rivoluzione finanziaria. In questa realtà in divenire, l'affermazione del valore del Bitcoin che raggiunge i 200.000 dollari non indicherà semplicemente un'impennata finanziaria, ma sarà indice di una profonda rivoluzione che potrebbe cambiare il modo in cui percepiamo e interagiamo con l'ecosistema finanziario globale.   

What if the USA defaults on its Debt EN
Cosa succederebbe se gli Stati Uniti andassero in default sul loro debito?

Una ricaduta globale. "Contemplare l'ipotetico scenario di un default del debito statunitense porta alla luce l'ampiezza delle sue potenziali conseguenze. Le ripercussioni si estenderebbero ben oltre i confini nazionali, con un impatto sui mercati finanziari, sui tassi di interesse e sul panorama economico globale".

What if Yuan EN
E se... lo Yuan digitale sostituisse il Dollaro USA come valuta globale dominante?

Riorientamento economico: "Le nazioni e le imprese si trovano a navigare in un'economia in cui gli ancoraggi alle politiche economiche e alle decisioni normative della Cina diventano sempre più critici. La stabilità dell'economia globale ora balla al ritmo della performance di mercato della Cina, rendendo necessaria una rivisitazione delle strategie economiche e delle alleanze internazionali."

North Korea
E se... il mondo eliminasse le restrizioni sulla Corea del Nord?

Il denaro non puzza: "La Corea del Nord ha un enorme potenziale e tutto il mondo lo vede. Le aziende rimescolano le carte e si presentano come se lavorassero per una buona causa per poter operare liberamente in regioni discutibili senza grossi contraccolpi".

Taiwan
E se... Il mercato dei chip di Taiwan crolla?

L'ancora di salvezza del silicio: "Se il mercato dei chip di Taiwan dovesse crollare, le scosse di assestamento si sentirebbero in ogni angolo del mondo dipendente dalla tecnologia. Si tratta di un forte richiamo alle intricate interdipendenze che legano l'ordine economico e

Cosa dicono di noi i nostri trader

Migliora la tua esperienza di trading con l'app di easyMarkets

iOS Download
Android Download
Android APK Badge
keyboard_arrow_left
Chatta con noi
Messenger
  • 1. Metti mi piace o segui easyMarkets su Facebook
  • 2. Apri messenger e trova easyMarkets
  • 3. Inizia a chattare

Accettiamo richieste chat su Facebook
dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 22:00 GMT +2GMT +3

keyboard_arrow_left
Chatta con noi
WhatsApp
  • 1. Aggiungi il seguente numero easyMarkets all'elenco dei contatti +357 99 875 998
  • 2. Apri WhatsApp e seleziona il numero che hai appena aggiunto
  • 3. Inizia a chattare

Accettiamo richieste chat su WhatsApp
dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 22:00 GMT +2GMT +3

Grazie

Guarderemo il tuo messaggio e ti risponderemo presto.

Nel frattempo puoi controllare il nostro Centro di apprendimento oppure Leggi le nostre FAQ

Richiesta fallita

Qualcosa è andato storto. Si prega di riprovare.

Se la tua richiesta è urgente puoi chattare con noi qui

keyboard_arrow_left
Inviaci un messaggio

Grazie

Uno dei nostri rappresentanti del servizio clienti ti ricontatterà presto.

Se la tua richiesta è urgente puoi chattare con noi qui

Richiesta fallita

Qualcosa è andato storto. Si prega di riprovare.

Se la tua richiesta è urgente puoi chattare con noi qui

keyboard_arrow_left
Chiamaci
call
call
Richiedi una richiamata
Orario di contatto preferito
keyboard_arrow_left
Chatta con noi

Ciao! Benvenuto in easyMarkets. Ti voglio solo informare del fatto che siamo qui se hai qualche domanda o se hai bisogno di assistenza. Spero la tua visita ti piaccia.

Richiesta fallita

Qualcosa è andato storto. Si prega di riprovare.

keyboard_arrow_left
Chatta con noi
  • 1. Apri QQ e trova easy forex 易信 (800128208)
  • 2. Inizia a chattare!
keyboard_arrow_left
Chatta con noi
  • 1. Scannerizzare il seguente codice QR
  • 2. Inizia a chattare!

Accettiamo richieste su WeChat
lunedì-venerdì 8:00-22:00 GMT +2GMT +3